--
Paese di destinazione : Stati Uniti
Contatta il Servizio Clienti

Family Concept Store

Hartford

Hartford

Da più di vent' anni, Yves Charenton è l'anima creativa del marchio Hartford. Fedele al suo leggendario stile casual d'ispirazione americana, Hartford Paris propone dei vestiti per bambini classici, eleganti ed autentici delle linee semplici e dai materiali di prima qualità declinati in una vasta gamma di colori pastello. Camicie a quadretti o Liberty, jersey leggeri super morbidi, serigrafie bon ton, tutti i modelli Hartford Paris sono sempre accompagnati da un tocco di fantasia! Con la sua sobrietà, Hartford vuole durare senza stancare.
Per saperne di più
 

INTERVISTA AL FONDATORE DI HARTFORD, YVES CHARETON
Lo showroom Hartford si trova nel vecchio commissariato dell'XI arrondissement di Parigi, lo stesso identico posto in cui fu arrestato l'assassino di Jean Jaurès. Un aneddoto che fa sorridere Yves Chareton, il fondatore, riservato e caloroso, di questa marca francese ideata negli Stati Uniti nel 1979. Camicie vintage, ispirazione militare e motivi che ricordano la costa occidentale degli Stati Uniti, questo è Hartford.  Su uno chambray di cotone blu si susseguono qui e là donne tahitiane, palme o tavole da surf: un richiamo alla sua città di origine, Hossegor, e alla passione per gli Stati Uniti. Yves e i suoi due figli, Marina e Yann, lavorano insieme alla realizzazione di capi di abbigliamento per uomo, donna e bambini, che rispecchiano la filosofia del marchio: uno stile casual, come appena tornati dalla spiaggia, ma con un occhio sempre all'eleganza. 
 

 

COM'È NATA L'IDEA DI CREARE QUESTO MARCHIO?

Dopo aver studiato economia, ho iniziato a lavorare in una banca di New York. Un giorno, facendo quattro chiacchiere con un amico davanti a un bicchiere, è nata questa idea. All'inizio non puntavamo a niente in particolare. Ci piaceva indossare vestiti americani, ma riuscivamo a trovarli solo ai mercati delle pulci di Montreuil e Clignacourt. Adoravamo i materiali, la forma del colletto delle camicie e l'ispirazione militare. Per noi, tutto quello che veniva dagli Stati Uniti era oro colato. Volevamo vivere il nostro sogno americano! Così ci siamo messi alla ricerca di un produttore e, da Brooks, ci siamo imbattuti in un uomo fantastico che ci ha dato un indirizzo. Siamo andati nel posto indicatoci, e il tizio ha subito capito ciò che volevamo. Gli è piaciuto il nostro progetto, ci ha mostrato il suo stock di tessuti e ci ha chiesto se fosse quello che stessimo cercando. Pensavamo di essere finiti nella caverna di Ali Baba. 

 

E ALLA FINE AVETE ESPORTATO I PRODOTTI IN EUROPA.

Fin dall'inizio il mercato target non era quello americano ma europeo. Ai tempi, degli amici commercianti avevano aperto delle boutique alternative a Parigi, come per esempio il Globe, che vendeva T-shirt Heinz, i 501 vintage e gli skate. Ed era proprio quello di cui avevamo bisogno. È stato il nostro primo punto vendita. Abbiamo partecipato a una fiera in Francia per farci conoscere e il successo è stato immediato. La produzione avveniva negli Stati Uniti e anche la società aveva sede lì. Poi, nel 1982, il dollaro ha subito un'impennata e diventò impossibile vendere i prodotti in Europa. Ed è così che siamo rientrati in Francia. 
 

 

 COME TI SPIEGHI QUESTO SUCCESSO IMMEDIATO?

Abbiamo avuto subito successo in Francia, ma gli americani all'inizio non erano per niente interessati. Poi abbiamo cominciato a prendere campo in Italia e in Spagna. Nello stesso periodo, abbiamo iniziato a realizzare costumi da bagno, camicie e anche costumi da surf. Nessuno li vendeva, solo a Biarritz si trovava qualche prodotto americano importato. Noi siamo di Hossegor, il mondo del surf e degli sport acquatici ci è molto familiare, e realizzare dei costumi da bagno ci sembrava una cosa naturale. In fin dei conti, ha funzionato perché realizzavamo delle cose per noi stessi.

 

ANCHE LA MUSICA GIOCA UN RUOLO IMPORTANTE PER HARTFORD...

Sì, è vero. All'inizio degli anni '90, Bruce Springsteen divenne uno dei nostri clienti a Los Angeles, comprò una camicia nera di lino. Il giorno dopo tornò dicendo: "È fantastica, è quello che sto cercando per la mia prossima tournée! Me ne servono 50". Ci ha fatto una pubblicità incredibile. E oggi, abbiamo scoperto che il miglior cliente del nostro e-commerce è un certo Eric Clapton. Acquista buona parte della collezione, più o meno tutte le settimane.  Vuole mantenere un profilo basso, quindi preferiamo non contattarlo, non vorremmo infastidirlo.  Ma è veramente divertente. Poi, a me che sono un chitarrista, la cosa tocca particolarmente. 

 

IN CHE MODO DEFINIRESTI IL DNA DELLA MARCA?

Direi casual contemporaneo, con una particolare attenzione ai materiali. Siamo noi a scegliere tutti i tessuti. Sono quasi tutti selezionati in Italia, in Francia e in Inghilterra. Facciamo molta attenzione alla provenienza dei materiali e alla scelta degli atelier con cui lavorare, come Liberty o Albini, che è forse il cotonificio migliore d'Italia. Lavoriamo molto con le fibre naturali: cotone, lino, lana,  cachemire, e chambray e oxford per le camicie. Anche le fantasie sono essenziali. Il 90% dei tessuti è unico, non troverete lo stesso motivo tra una collezione e l'altra, a parte il Liberty che è molto particolare. Abbiamo dei prodotti di punta, che modifichiamo a seconda delle mode del momento, e dei colori che prediligiamo, come il blu e il kaki.
 

 

COME SI CREA UNA COLLEZIONE?

Quest'anno per esempio, abbiamo usato come tema la Costa Azzurra. I motivi sono stati dipinti a mano dai nostri illustratori. Abbiamo un'illustratrice che lavora a tempo pieno per realizzarli. Tutto è unico. Prendiamo ispirazione da un'opera d'arte, un disegno o una foto, e poi sviluppiamo i nostri temi.

 

COME SONO NATE LE LINEE HARTFORD PER DONNA E BAMBINI?

Per diverso tempo abbiamo realizzato capi per donna su richiesta di alcuni clienti. Ci siamo detti che era giunto il momento di intraprendere questa strada e oggi la collezione femminile è diventata una parte davvero importante. Il fatturato si divide in 45% uomo, 45% donna e 10% bambini. La linea bambini è nata più tardi, nel 2007. Anche in quel settore c'era un forte richiesta. Collaboriamo con Bonpoint da parecchio tempo per realizzare i costumi da bagno e le camicie in lino. E anche in questo caso ha funzionato così bene che ci siamo detti: perché non farlo?

 

TUA FIGLIA MARINA È A CAPO DELL'UFFICIO MODA DONNA E TUO FIGLIO YANN SI OCCUPA DELL'E-COMMERCE. HARTFORD, È PRIMA DI TUTTO UNA STORIA DI FAMIGLIA?

Assolutamente sì. Ma sono stati loro, dopo altre esperienze professionali, a scegliere di unirsi a me. Io non glielo avrei mai chiesto, dovevano essere loro ad averne voglia.

 

COME DEFINIRESTI LA COLLEZIONE HARTFORD BAMBINI?

L'idea era quella di estrarre alcuni elementi delle collezioni per adulti e trasferirli, per quanto possibile, nell'abbigliamento per bambini. Usiamo colori e materiali graziosi ma che siano sempre comodi, senza strafare. Nell'ideare la collezione per bambini, ci siamo rivolti a quella fascia d'età che va dai dieci ai sedici anni, anche se le taglie partono dai due anni. Superare questa fascia è difficile, perché i teenagers seguono dei codici ben determinati.


 

QUALI SONO I CAPI BASE HARTFORD INDISPENSABILI?

Per l'abbigliamento bambini sono le t-shirt, le felpe, le polo, le maglie, i bermuda e i costumi da bagno. Quello che va forte nella linea bambini sono le stampe, specialmente quelle nautiche. Non possiamo copiare tutte le fantasie destinate agli adulti, quindi facciamo qualche motivo specifico per loro. La prossima collezione, per esempio, è incentrata molto sul surf e sulle donne tahitiane. Si potrebbe intitolare: "First trip to Hawai", un bambino molto fortunato che scopre le Hawai per la prima volta (ride).

 

CI SONO TRE NEGOZI A PLACE DES VICTOIRES E UNO SHOWROOM NELLE VICINANZE. QUALI SONO I POSTI CHE PREFERISCI NEL QUARTIERE?

Il café Moulin de la Vierge è il nostro quartier generale. L'imbalsamatore in Rue d'Aboukir, un altro posto straordinario. E nella Galleria Véro-Dodat, a due passi dal Palais Royal, c'è il miglior negozio di chitarre vintage.

 

QUAL È IL MOTTO DI HARTFORD?

"Alternativo classico". È il nostro slogan, ci si addice molto. Noi rivisitiamo i classici adattandoli alle tendenze del momento. Possiamo indossare una camicia in oxford o in chambray come un vecchio signore che sembra appena uscito dai Blues Brothers, oppure come un ragazzo. È uno stile senza tempo. 
Chiudere
Ordina per

75 Risultati