Italiano
USD
Stati Uniti
Contatta il Servizio Clienti

Family Concept Store

Pomandère

Pomandère

Pomandere é una casa di moda italiana creata nel 2007 da Carlo Zanuso. La marca veste la donna con eleganza e minimalismo, tra stile contemporaneo e ispirazione tradizionale. L'abbigliamento sofisticato e bohème di Pomandere porta la donna di oggi in un territorio creativo, dove il corpo diventa una tela per esprimere i propri desideri. Pomandere inventa dei pezzi unici dalle linee pure e strutturate con una predilezione per la rivisitazione della camicia.
Per saperne di più
 
​INTERVISTA A CARLO ZANUSO,
FONDATRICE DI POMANDÈRE DEL MARCHIO Pomandère
 
Ideata da Carlo Zanuso nel 2007, la maison italiana Pomandère si distingue per la particolare attenzione ai dettagli e ai materiali di ogni creazione. La marca di moda donna è caratterizzata da linee di abbigliamento romantiche e dalla minuziosa lavorazione di tessuti e colori.
La storia di Pomandère ha inizio nell'atelier di famiglia, dove l'italiano Carlo Zanuso comincia a farsi le ossa prima di lanciare la sua linea personale. Partendo sempre dalla rivisitazione della camicia maschile, Pomandère si discosta da questo capo indispensabile e lo reinventa stagione dopo stagione. Sofisticata, contemporanea e un pizzico rétro, Pomandère lavora anche alla grafica delle sue creazioni: nascono così capi dal tocco minimalista, facili da abbinare e sempre eleganti. 

 


 

Carlo, ci racconti come è nata Pomandère?

Pomandère nasce da una passione personale e trae ispirazione dalla nostra azienda di famiglia che confeziona camicie da più di 40 anni.  È così che è nata la nostra marca artigianale che si pone l'obiettivo di promuovere e di valorizzare l'abbigliamento italiano. 

 

Come nasce il nome?

Il nome è nato dopo aver fatto alcune ricerche sui profumi ( (Ndr: Pomandère: termine inglese che indica un diffusore di profumo)). Ognuna delle nostre collezione è fatta di ispirazioni e frammenti di storia, così l'immagine di un potpourri di spezie e frutti ci è sembrata la più adatta a rappresentare le nostre creazioni.

 

Com'è una tipica giornata di lavoro?

Durante tutte le fasi creative, mi lascio guidare dalle consistenze dei tessuti, cerco di creare delle combinazioni di colori uniche. È la parte del lavoro che preferisco.

 

Quali sono i tuoi punti di riferimento nel campo della moda e dell'arte?

Gli anni '20 mi hanno sempre affascinato, soprattutto per l'eleganza e il carattere della gente dell'epoca. Dal punto di vista artistico, direi che il mio lavoro si avvicina moltissimo all'arte del dopoguerra, con opere che scavano nel vissuto dell'artista e che non sono soggette a nessuna regola.  La spontaneità e il rigore richiamano molto il mio modo di lavorare.

 

Quali sono le vostre fonti di ispirazione?

Cominciamo sempre da un viaggio, raccogliamo immagini di paesaggi che ci diano un'idea per sviluppare il tema e i colori della nostra nuova collezione.

 

Se dovessi definire Pomandère in 3 parole, quali sarebbero?

Penso che le parole che descrivano meglio Pomandère siano artigianato, sobrietà ed eleganza senza tempo.

 


 

Chi è la donna Pomandère?

La donna Pomandère ha una personalità forte, è indipendente, è una donna che, con la sua femminilità, è in grado di reinterpretare i capi dell'abbigliamento maschile. 

 

Quali sono le sfide che affrontate ogni giorno?

La nostra sfida più grande è quella di avere una filiera produttiva su cui poter contare e che sia in grado di garantire una qualità eccellente dei nostri prodotti. Cominciamo sempre dalle materie prime che spesso sono concepite appositamente per noi dai nostri fornitori, così possiamo creare capi unici e speciali. Tutto questo ci permette di trasmettere il savoir-faire dell'artigianato italiano.

 

Quali sono i vostri nuovi progetti?

Il nostro ultimo progetto è Pomandère Living: una linea di biancheria da tavola in lino e una selezione di prodotti di bellezza realizzati con profumi naturali che derivano principalmente da fiori e frutta. 

 

Un luogo da sogno in Italia?

La scoperta di un antico paesino nascosto sulle colline venete. Una passeggiata per i mercati storici e mangiare un boccone con una vista spettacolare.

 

Un libro?

Un Filo d’olio di Simonetta Agnello Hornby 

 

Un film?

Un'ottima annata, di Ridley Scott
Chiudere
|

29 risultati

Hai visito 29 articoli su 29